La Scuola

I direttori

Direttore scientifico
Salvatore Iannotti, MD. FACOG. FACC.

Il prof. Salvatore Iannotti nasce a San Lorenzo Maggiore, Benevento. Si laurea in medicina e chirurgia presso l’università di Napoli e si specializza in ostetricia e ginecologia. Lavora nel campo della ginecologia per oltre 25 anni prestando la sua professionalità alla Yale University come docente, libero professionista e primario di ostetricia.
A causa di problemi di salute, sindrome di Guillain–Barrè, nel 1995 rientra in Italia e decide di dedicarsi completamente ad una branca che sempre lo ha appassionato: la psicologia. Nel 1999 inizia il suo percorso di specializzazione in psicobiologia e nel 2001 si forma all’ISP di Roma in Psicoterapie strategiche brevi.
È fondatore della ELRF – Fondazione Ernest Lawrence Rossi in America, dedicata alla ricerca sulla genomica psicosociale e culturale. Prezioso collaboratore di E.L. Rossi nella Ginecologia Psicosomatica e nella Psico-ipnoterapia e genomica psicosociale e culturale, è curatore di alcune sue pubblicazioni tra cui A discourse with our Genes.

Direttore didattico
Francesco Sessa, Psicologo-Psicoterapeuta

Francesco Sessa si specializza in psicoterapia presso la Scupsis di Roma, secondo l’approccio Strategico-integrato, perfezionando il modello a livello neuroscientifico e genomico presso il CIPPS di Salerno. In considerazione delle caratteristiche del modello, il direttore affronta sia disturbi di stampo psicologico con sintomatologia fisica, sia disturbi e patologie esclusivamente corporee con risvolti psicologici, dedicando gran parte della propria attività alla psicoterapia e alla formazione sull’approccio strategico ad indirizzo neuroscientifico.
Tra le sue attività anche la ricerca sull’utilizzo del processo creativo a 4 stadi, protocollo operativo della genomica psicosociale e culturale, applicato a diverse patologie organiche e psicologiche, come l’infertilità psicogena.
Francesco Sessa, nell’ottica dell’integrazione e della flessibilità che caratterizzano il modello, ha coniugato l’approccio strategico con le procedure relative alla gestione delle risorse umane, intervenendo anche in contesti non clinici.
Gestisce il servizio di supervisione per gli operatori del servizio integrazione scolastica nel Salento, utilizzando tecniche di gestione d’aula e di automonitoraggio, ispirate sempre ai principi della genomica psicosociale e culturale. È consulente in comunità psichiatriche.